Mps: David Rossi è stato ucciso

Due perizie ribaltano il caso.
Il responsabile della comunicazione sarebbe stato aggredito prima di essere buttato dalla finestra.

David Rossi è stato ucciso”.

Questo l’esito di due perizie fatte da luminari del settore.

I sospetti dei familiari del manager Mps morto in circostanze strane la sera del 6 marzo 2013 trovano conferma in due nuove perizie inedite, rese note dalle Iene in onda poco tempo fa: una perizia medico-legale ed una fisico-balistica che, seppur fatte a distanza da due tra i massimi esperti che non si conoscono, portano alla stessa ricostruzione dei fatti e potrebbero riscrivere il caso.

Come riporta “Il Giornale”, infatti, David Rossi sarebbe stato aggredito prima di volare da una finestra perché qualcuno che lo teneva per un polso lo ha fatto cadere.

Quello del capo della comunicazione di Mps da subito fu considerato dai magistrati un suicidio, maturato nel clima di tensione per le indagini sulla banca.

Ma è fallita la caccia ai miliardi spariti in un’alchimia contabile a base di derivati mascherati da titoli di Stato, l’ex presidente Giuseppe Mussari è stato assolto da tutte le accuse mosse dalla Procura di Milano, mentre i salvataggi dell’istituto ci sono costati altre decine di miliardi.

Caso Rossi (Mps): pm Nastasi smentito

Il pm dichiarò di non essere mai stato nel vicolo.
Una foto lo smentisce.

Continuano i colpi di scena sul caso David Rossi, ex manager Mps.

Come riporta “CorriereTV” in merito alla tragedia, il pm Nastasi avrebbe dichiarato quanto di seguito:

“Io mai stato nel vicolo dove morì. Ricordo nitidamente di non esserci andato.”

in realtà, una foto smentirebbe la sua dichiarazione davanti alla commissione immortalandolo proprio in quella notte.